mercoledì 26 agosto 2015

Lista civica INSIEME PER CAMBIARE: Comunicato stampa

 SERVIZI ASL SUL TERRITORIO DI PADERNO
ARRIVA LA RISPOSTA DELL'ASSESSORE BOFFI


Riceviamo e volentieri pubblichiamo.


Il 10 agosto la lista civica Insieme per cambiare ha depositato in Comune un'interrogazione circa i servizi ASL sul territorio del Comune.




Il 24 agosto, è pervenuta la risposta a firma dell'Assessore Roberto Boffi.



La risposta non ci pare soddisfacente.

Spiegheremo il perché durante il prossimo Consiglio Comunale.
A proposito dell'ipotesi di attivare i servizi ASL presso le farmacie facciamo soltanto notare che a Limbiate l'Amministrazione Comunale ha realizzato la cosa dal 13 luglio scorso, mentre la Giunta che governa Paderno ha lasciato che la nostra città rimanesse sguarnita di vari servizi sanitari per tutta l'estate.


Il capogruppo Giovanni Giuranna




A presto Cara Terra Mia

lunedì 24 agosto 2015

Case 167 in vendita: la richiesta iniziale




Le vacanze stanno per essere archiviate, e la questione della trasformazione del diritto di superficie in diritto di proprietà a Paderno Dugnano non ha fatto ancora nessun passo in avanti.
Siamo fermi alla quotazione della Borsa Immobiliare (OSMI) per case nuove del II° semestre 2010 e del I° semestre 2011 di 2.250 euro a metro quadrato, poi ridotto del 15% (la riduzione fattibile poteva essere del 30%). Al fine del calcolo del corrispettivo per trasformazione del diritto di superficie l’amministrazione comunale continua a valutare le abitazioni economiche e popolari 1.912 euro al metro quadrato (€ 2.250 – 15%).


Vediamo invece la realtà del mercato.
Valori che non hanno alcuno scopo agevolativo, come invece la procedura in questione deve avere (parere anche della Corte dei Conti), ma che hanno solo in riferimento commerciale.
Valori che non rappresentano il prezzo “vero”, il prezzo finale, ma solo la richiesta iniziale di qualche condomino 167 che deve porre in vendita la propria prima casa.

La cosa più semplice è rivolgerci alla pubblicità immobiliare, su uno dei siti più seguiti: immobiliare.it.

Ben due situazioni le troviamo in nel condominio di via Riboldi n. 117 (Impresa Edilmonari). Fermo restando, per semplicità, la valutazione data dalle stime ai box di 15.000 euro a corpo, il valore a metro quadrato, iniziale, varia da 1.305 euro a 1.360 euro.


Le fonti:


Altra situazione nel condominio di via Chopin n. 22 (Cooperativa Mazzini 4). Fermo restando, per semplicità, la valutazione data dalle stime ai box di 15.000 euro a corpo, il valore a metro quadrato, iniziale, è un bel po’ più alto, pari a 1.604 euro.


La fonte:


Ultima situazione rilevata nel condominio di via Agostino Novella n. 1 (Cooperativa Uguaglianza). Sempre fermo restando la valutazione del box di 15.000 euro a corpo, il valore a metro quadrato, iniziale, è pari a 1.540 euro.

La fonte:



Ricordiamo che trattasi sempre di richieste iniziali e non del reale prezzo di vendita delle abitazioni. Le richieste per vendere abitazioni 167 variano da un minimo di 1.305 euro ad un massimo di 1.604 euro a metro quadrato, in ogni caso, be, lontano dal valore attribuito dalle stime “agevolative”, che hanno considerato un valore “minimo” di 1.912 euro.


mercoledì 19 agosto 2015

Le città più vivibili al mondo: secondo la rivista Economist



The Economist Intelligence Unit ha stilato la nuova classifica delle 140 città più vivibili nel mondo.
1 - Melbourne (Australia)
2 - Vienna (Austria)
3 - Vancouver (Canada)
4 - Toronto (Canada)
5 - Adelaide (Australia)
6 - Calgary (Canada)
7 - Sidney (Australia)
8 - Perth (Australia)
9 - Helsinki (Finlandia)
10 - Auckland (Nuova Zelanda)


Melbourne è la città più vivibile per il quinto anno consecutivo.

Le aree tematiche prese a riferimento sono cinque: sicurezza, infrastrutture, istruzione, sanità, cultura e ambiente.

Caratteristica comune delle dieci città più vivibili è la media dimensione e la densità di popolazione piuttosto bassa, da cui normalmente deriva scarsa criminalità, prospettive occupazionali e possibilità per il tempo libero.
Un dato significativo è che la vivibilità media del mondo è diminuita dal 2010 dell'1%. Dato negativo influenzato in particolar modo dalla minor sicurezza che si è diffusa nelle città, diminuita del 2,2%, determinando una minor vivibilità in ben 57 delle 140 città oggetto dell’analisi.

Naturalmente insieme ai primi della classe ci sona anche gli ultimi:
1 - Damasco (Siria)
2 - Dhaka (Bangladesh)
3 - Port Moresby (Papua Nuova Guinea)
4 - Lagos (Nigeria)
5 - Tripoli (Libia)

In mancanza di dati, non sappiamo se la situazione, in termini di sicurezza, a Paderno Dugnano sia migliorata o meno dal 2010.
Quello che però è sotto gli occhi di tutti è ciò che è cambiato in termini di infrastrutture e ambiente.

L’intervento avrà comportato una maggior o minore vivibilità a cittadini padernesi?

il muro di Paderno (Rho-Monza a cielo aperto)


A presto Cara Terra Mia

sabato 15 agosto 2015

La scomparsa del Presidente dell’ANED (ASSOCIAZIONE NAZIONALE EX DEPORTATI NEI CAMPI NAZISTI): Gianfranco Maris


 Il comunicato:

Il compagno Gianfranco Maris, presidente dell'ANED e della Fondazione Memoria della Deportazione, ex deportato nei campi di Fossoli, Bolzano, Mauthausen e Gusen, si è spento questa mattina alle 9,51 nella sua casa di Milano, all'età di 94 anni.
Con la sua scomparsa l'ANED perde la sua bandiera, il suo insostituibile punto di riferimento degli ultimi cinquant'anni.
Nel momento del cordoglio e del lutto ci stringiamo alla moglie Rosella, ai figli Floriana e Gianluca e ai familiari tutti in un grande abbraccio. Comunicheremo appena sarà possibile data e modalità dei funerali.
La presidenza dell'ANED
Milano, 14 agosto 2015


Invitiamo all’approfondimento alla pagina:




Dal libro “PER OGNO PIDOCCHIO CINQUE BASTONATE – I miei giorni a Mautthausen “ di Gianfranco Maris, Mondadori Editore, 2011:

NATO TRE VOLTE

Mi chiamo Gianfranco Maris e sono nato tre volte. La prima quando mi partorì mia madre, nella nostra casa di corso Buenos Aires 65 a Milano. Era il 19 gennaio 1921. La seconda nascita è quella ufficiale: 24 gennaio 1921, il giorno in cui mio padre andò in Comune per “registrarmi”. Ancora oggi sulla carta d’identità c’è scritto: nato a Milano il 24 gennaio 1921. Il mio compleanno lo festeggiamo sempre quel giorno lì.
Ma mi considera nato una terza volta il 5 maggio 1945, quando, arrampicato in cima a una scale di una torretta del campo di concentramento di Mauthausen-Gusen, vidi arrivare una camionetta di soldati americani,. Ero giunto in quel campo, dopo un lungo viaggio su un carro bestiame, il 5 agosto dell’anno prima e pensavo che non sarei più tornato a casa. Pesavo 38 chili. Quando vidi quella camionetta, capii che era nato un’altra volta. In effetti, dal 5 agosto al 5 maggio interrono nove mesi esatti: il tempo di un’altra gestazione. Di questa mia terza nascita ricordo tutto, ogni dettaglio.
  


Un triste giorno.


A presto Cara Terra Mia

venerdì 14 agosto 2015

Una volta la festa di ferragosto era tutto il mese.

Le origini storiche del Ferragosto.


La festa religiosa dell’Assunzione della Beata Vergine Maria.


Il Ferragosto è la festa per eccellenza dell’estate; un’occasione per riunirsi e trascorrere momenti di relax con amici e parenti. Ma quali sono le sue origini? Per trovare una risposta bisogna tornare indietro di almeno 2000 anni, più o meno al periodo di massimo splendore dell’Impero Romano. Il termine Ferragosto, infatti, deriva dall’espressione latina “Feriae Augusti” (riposo di Augusto). Si tratta di una festa dalle origini pagane, divenuta in seguito cristiana.



 Nel 18 a.C. l’imperatore romano Ottaviano, proclamato Augusto (ossia venerabile e sacro) dal Senato Romano, dichiarò che tutto il mese di agosto sarebbe stato festivo e dedicato alle Feriae Augusti, con una serie di celebrazioni solenni; la più importante delle quali cadeva il 13 ed era dedicata a Diana, dea patrona del legno, delle fasi lunari e della maternità.

La festa si celebrava nel tempio dedicato alla dea sull’Aventino ed era una della poche occasioni in cui i Romani, di ogni classe e censo, padroni e schiavi, si mescolavano liberamente.

Il 17 del mese, poi, si tenevano le feste in onore di Portuno, il dio dei porti e delle porte, apparentato a Giano, festeggiato lo stesso giorno, 


il 19 s’indiceva la futura vendemmia con la festa delle “Vinali Rustiche”, dedicate a Venere; 


il 21 era consacrato a Conso, dio del raccolto immagazzinato; 


il 23 a Openconsiva, l’abbondanza agricola personificata. Infine le sagre d’agosto si chiudevano con un altro sacrificio a Vortumno.







D’altra parte, in quello stesso periodo, nel vicino Oriente si rendeva omaggio ad una Grande Madre, la dea siriana Atargatis,metà donna e metà pesce, ritenuta la divina patrona della fertilità e dei lavori nei campi. 





Probabilmente la sua funzione di protettrice delle attività agricole fu trasferita alla Vergine nei primi secoli, durante il processo di evangelizzazione, tant’è vero che ancora oggi in Armenia si benedicono all’Assunta i primi grappoli d’uva matura.


Chiamata in Oriente “Transito o Dormizione di Maria”, la festività venne introdotta anche a Roma nel secolo VII per poi passare in Francia e in Inghilterra col titolo di “Assumptio Sanctae Mariae”. In poco tempo la festa, nonostante evochi un evento nominato soltanto nei Vangeli apocrifi, si diffuse in tutto il mondo cristiano.

Ma soltanto a partire dal secolo XVIII cominciarono a moltiplicarsi le petizioni alla Santa Sede per la proclamazione del Dogma, che avvenne molto dopo, il 1° novembre 1950.

Fu un quella data che Pio XI, attraverso la Costituzione Apostolica “Munificentissimus Deus”; incipit latino traducibile “Dio generosissimo”, proclamò il Dogma col quale si afferma che Maria, terminato il corso della vita terrena, fu trasferita in Paradiso col corpo e con l’anima, ossia fu “assunta”, “accolta in cielo” : “.. per l’autorità di nostro Signore Gesù Cristo, dei santi apostoli Pietro e Paolo e Nostra, pronunziamo, dichiariamo e definiamo essere dogma da Dio rivelato che: l’immacolata Madre di Dio sempre vergine Maria, terminato il corso della vita terrena, fu assunta alla gloria celeste in anima e corpo”. 


Con l’occasione CARA TERRA MIA
AUGURA buon ferragosto a tutti.


Un’idea per il ferragosto in città: il “Ponte Radio Party”



Sul sito:



tutti i dettagli di una festa, che è ormai una tradizione, inizia alle ore 18,00 ad ingresso gratuito.

A presto Cara Terra Mia