giovedì 31 ottobre 2013

La pentolata si fa anche a Calderara



L'inquinamento non riguarda solo coloro che sono vicini all'autostrada. Interessa  tutto il paese e Calderara in particolare. Le polveri e  lo smog a causa anche  dell'aumento del traffico (si parla di 220.000 auto al giorno) condizioneranno  pesantemente lo stato di salute dei cittadini. Sulla direttiva RHO MONZA ricordiamo che sono dislocate alcune scuole, a Baraggiole la scuola materna e asilo nido con circa 90 bambini, e lo ricorda il blog la SCOMMESSA, cosa sarà dei bambini della Scuola materna di Via Tunisia che saranno trasferiti in Via Trieste, avranno la Rho Monza in sopraelevata che incomberà sul giardino della scuola. Tutto il territorio di Calderara subirà un significativo aumento dell'inquinamento.
Non è questo il modello di sviluppo che vogliamo per il nostro paese.
Non possiamo permetterci di perdere. I signori della Rho Monza delle  14 corsie a cielo aperto vanno sconfitti.

L'UNITA' E LA PARTECIPAZIONE SONO ASPETTI CHE CI RIGUARDANO. 
NON LASCIAMO CHE ALTRI DECIDANO DEL NOSTRO FUTURO.

LA PENTOLATA SI FA ANCHE A CALDERARA. 
Sabato, 2 Novembre
Alcune indicazioni:
    
Vi aspettiamo con pentole, pentolini e coperchi. 

Riportiamo di seguito il volantino che verrà distribuito.

.


Vediamoci numerosi.
PASSA PAROLA.

A PRESTO CARA TERRA MIA


mercoledì 30 ottobre 2013

La Calderina e la trasformazione del diritto di superficie


Un’opportunità (?)
per migliaia di famiglie

Torniamo a parlare dell’informazione offerta da “La Calderina”, con specifico riferimento alla trasformazione del diritto di superficie in diritto di proprietà delle aree 167.

Come si è lamentata un’informazione con il contagocce per l’interramento della Rho-Monza, allo stesso modo dobbiamo registrare che si evita accuratamente di parlare della “grana” della trasformazione del diritto di superficie.

Silenzio rotto solo in un’unica occasione, appunto nel settembre del 2010, quando la questione ha occupato interamente la terza pagina.

Il titolo non è nostro, è una sintesi e un preciso richiamo a quanto ha titolato “La Calderina”.


Una questione che riguarda migliaia di famiglie padernesi  (Vicesindaco Gianluca Bogani) ha avuto così poco spazio?

Dopo la trattazione qui esposta di acqua ne è passata sotto i ponti, le cose, per volontà di questa Amministrazione, sono cambiate, in peggio per i cittadini.

Tralasciando che in conclusione di dice in modo esplicito della volontà di fare cassa per risanare il bilancio con proventi che devono essere destinati all’edilizia sociale, vediamo come di quanto così orgogliosamente pubblicizzato, solo pochi mesi dopo non è rimasta traccia.

Facciamo qualche esempio:

-       Versamenti frazionatinon se parla più, si deve pagare tutto in un'unica soluzione;
-       Accordi con banche e Posta per forme di finanziamento agevolatonon sappiamo quando questi accordi sono scaduti;
-       Scontonon scherziamo, solo pochi mesi dopo e solo a Paderno non è più possibile fare sconti;
-       Rateizzazioni con tre scadenze da concordarese le rate non esistono figuriamoci cosa è mai possibile concordare con l’Amministrazione.

I cittadini che in questo momento hanno in mano una proposta con il termine fittizio del 16 dicembre 2013 hanno queste condizioni sulle loro lettere?
Per non parlare, una volta tanto, dei corrispettivi raddoppiati o triplicati rispetto alle proposte a cui si riferiva in quel momento dal Vicesindaco.

Eppure sulla stessa pagina è stata posta in bella evidenza l’elenco dei quartieri e delle vie interessate, lasciando intendere che le condizioni poste, belle o brutte che siano, erano per tutti e non per qualcuno difficilmente individuabile.

Un esempio scolastico di mancanza di trasparenza.


E’, anzi dovrebbe essere normale, ovvio, scontato, che le condizioni debbano essere uguali per tutte le cooperative. Una cosa neanche da dire. E invece a Paderno Dugnano si hanno cittadini di serie A e di serie B, figli e figliastri.

Nella stessa riga (PA 2) ai condomini 167 di via Anghileri e di via G.B. Vico (proposte 2013), sono state offerte le stesse condizioni dei condomini 167 di via Alfieri (proposte 2010)?

Nella stessa via Generale Dalla Chiesa ai condomini 167 che hanno ricevuto la proposta nel 2012 sono state offerte le stesse condizioni dei condomini 167 che hanno ricevuto la proposta nel 2010?

Domande dalla risposta ovvia e scontata, certamente SI.
SBAGLIATO, le proposte sono completamente diverse a fronte della normativa che non è cambiata.

In conclusione, la portata del fenomeno diritto di superficie a Paderno Dugnano cosi come riportato da “La Calderina”.



Dopo il silenzio, l'informazione è:


A presto

martedì 29 ottobre 2013

Interramento: Un tunnel tra Europa e Asia


Non senza polemiche la Turchia ha inaugurato il tunnel sotto il Bosforo, costato oltre 3 miliardi di euro, che unisce in treno Europa e Asia in 4 minuti.

Per gli approfondimenti rinviamo alla pagina:


http://www.ilsole24ore.com/art/notizie/2013-10-29/la-turchia-inaugura-tunnel-sotto-bosforo-che-unisce-asia-e-europa-4-minuti-133326.shtml?uuid=AB2cD6Z



Ma perché da noi è tutto così difficile?

Non si trovano le risorse, per l’interramento della Rho-Monza “riqualificata” che prevede il passaggio giornaliero di 220.000 veicoli, e della sempre intasata Milano-Meda.

E poi se in altri Paesi è possibile unire Francia e Gran Bretagna, o adesso Europa e Asia (in zona ad alto rischio sismico), passando sotto il mare, da noi diventa un problema insormontabile passare sotto il Seveso.



Il problema non è se fare o non fare le grandi opere pubbliche, ma di fare opere intelligenti, solo quando servono, ed in ogni caso in condivisione con i territori interessati.


A presto
Comitato CARA TERRA MIA
Condomini 167 Trasformazione del Diritto di Superficie


domenica 27 ottobre 2013

Rho - Monza: iniziativa di lunedì 28 ottobre ore 17:45 - 18:45

Partecipazione è democrazia, il "mostro" è un attentato alla salute di tutti i cittadini.

Deve crescere la  partecipazione


A presto Cara Terra Mia

LE ATTENZIONI DEL CONSIGLIO PROVINCIALE DI MILANO SULLA RHO-MONZA.

il racconto di un cittadino presente

Giovedì 24 ottobre ho avuto l’opportunità…. , per la prima volta, di partecipare a un’assemblea  del Consiglio Provinciale di Milano.
 La sede della provincia di Milano si trova in Via Vivaio 1 in un palazzo il cui corpo centrale, dove si trova l’aula consigliare , risale al 1500.
L’aula consigliare piuttosto austera è composta da 45 banchi dedicati ai consiglieri e da 15 dedicati alla giunta più quello del presidente.  Ci sono inoltre una cinquantina di poltroncine a ribalta per il pubblico dalla parte opposta dei banchi della giunta.
Senza entrare nel merito vi voglio raccontare le impressioni che ho avuto. La riunione è iniziata  verso le 16  con circa il 20% dei consiglieri seduti ai loro banchi. Non ho il dato dell’appello ma posso dire che c’è stato un continuo via vai per tutta la riunione con una presenza nel momento massimo di affluenza di circa 80% dei consiglieri e del 60% della giunta.
Durante gli interventi dei consiglieri l’attenzione dei colleghi  di qualsiasi appartenenza politica  è stata quasi nulla . Alcuni leggevano carte che avevano  davanti, alcuni telefonavano, alcuni chiacchieravano  con colleghi in piedi facendo capannelli , altri usavano l’Ipad ,  un continuo andirivieni verso l’esterno  e un consigliere  che si è letto il giornale per una buona mezzora.  L’impressione che ho avuto e che nessuno fosse interessato all’argomento trattato.
Il consigliere Marco Martino, chiamato dal pubblico, gentilmente si è avvicinato e dopo aver  ascoltato le nostre perplessità sul loro comportamento ci  ha detto che questa è la normalità . Che non ci dovevamo meravigliare  in quanto in quella sede per loro era anche un’opportunità per incontrare  colleghi e  potersi scambiare informazioni inerenti alla loro attività. Comunque a suo dire la decisione era già state assunta in commissione per cui non c’era bisogno della loro attenzione.  In merito alla nostra proposta  ha aggiunto che se in caso di interramento avessi voluto io sotto le mie finestre  i gas di scarico all'uscita del tunnel.  Io allibito…. ho sgranato gli occhi ho contato dal 20001 al 20010 in silenzio è poi gli ho detto che esistono anche delle soluzioni per poter far uscire aria di montagna da un tunnel….
Verso le 18 è  intervenuto l’ AD di Serravalle Agnoloni e con molta tranquillità ha affermato che  i 300M€ non servivano per la Rho-Monza ma per la ricapitalizzazione della Serravalle.  Aggiungo io,  che sottinteso ha detto che i consiglieri provinciali non avevano capito nulla . Ha inoltre detto che il progetto non è assolutamente conosciuto dai cittadini per cui si è reso disponibile a illustrarlo .

Verso le 18:30 si è presentato  in aula il presidente Podesta  e ci ha raccontato con arroganza la sua verità asserendo  che spentolare non serve a nulla. La mia sopportazione ha questo punto ha raggiunto il limite massimo e quindi alle 19 sono uscito tornandomene  a casa.

Non conosco ancora l’esito della votazione ma dalle dichiarazioni della maggioranza ritengo l’approvazione scontata  come pure il fatto che questa maggioranza  più Agnoloni  danno  già approvato questo progetto indipendentemente dall'approvazione del VIA da parte del Ministro Orlando.  
Durante la riunione è stato impossibile da parte del pubblico non interloquire con i consiglieri:  quando hanno dimostrato una non conoscenza del problema , quando hanno iniziato lo scarica barile sulle responsabilità del progetto e la non volontà di migliorarlo , sulla non attenzione ai problemi dei cittadini e quando  i il pubblico è stato  identificato a un’area politica solo per aver espresso un giudizio negativo su un progetto insensato.   


Buona giornata a tutti
Renato un cittadino di Paderno Dugnano


A presto CARA TERRA MIA
Inviate i vostri racconti, articoli e segnalazioni a caraterramia@gmail.com


Rho - Monza: la rassegna stampa e altro

______________________________________________

da leggere 

link - CONTRO LA 'NDRANGHETA. PADERNO DUGNANO NON C'E'

Il primo cittadino di Paderno Dugnano non rientra nella lista.
Nonostante il summit di 'ndrangheta svoltosi al Centro Falcone e Borsellino la sera del 31 ottobre 2009, il Comune di Paderno Dugnano non ha finora mostrato una seria azione di sensibilizzazione e di contrasto nei confronti dell'economia criminale (vero nome delle mafie).

______________________________________________
Riceviamo dal CCIRM: RHO MONZA




ecco alcuni spunti dalla rassegna a tema, partendo dalla calata dei cittadini allo scorso consiglio provinciale di giovedì: http://www.universovino.com/Joomla/Documenti/Stampa/il%20Giorno/il%20giorno%2024_10_13.pdf a proposito del quale il "sole24ore" di giovedì mattina ribadiva ancora la manovra col "carpiato" che la società Serravalle ha in animo di fare per cercare di trovare i soldi per la Rho-Monzahttp://www.universovino.com/Joomla/Documenti/Stampa/ilsole24ore/ilsole24ore%2024_10_13.pdf .

Da più parti si continua a richiedere di trovare le risorse per l'interramento: http://www.agenparl.it/articoli/news/politica/20131024-autostrade-pd-si-sblocchino-fondi-dl-fare-per-interramento-rho-monza

A valle del consiglio provinciale di giovedì, i commenti e le perplessità di cittadini, bloggers ed addetti ai lavori:
http://interramento.padernesi.com/joomla/index.php/notizie/42-il-progetto-della-provincia-aggiornamenti/281-serravalle-cerca-finanziamenti-per-la-rho-monza .
http://blog.libero.it/padernovillaggio/12447319.html .
http://www.padernoforum.blogspot.it/2013/10/rho-monza-ok-al-bond-di-serravalle-ma.html .
http://www.universovino.com/Joomla/Documenti/Stampa/il%20Giorno/il%20giorno%2026_10_13.pdf 

I riflessi dai settimanali locali in edicola:
http://www.universovino.com/Joomla/Documenti/Stampa/il%20cittadino/il%20cittadino%2026_10_13.pdf
http://www.universovino.com/Joomla/Documenti/Stampa/il%20Notiziario/notiziario%2025_10_13.pdf .

Un interessante link a cura del POLITECNICO di Milano, introduce ad un appuntamento sui costi del "rumore" delle nuove infrastrutture del territorio: http://www.polimi.it/eventi/dettaglioevento/article/3582/i-costi-del-silenzio-2704/ . L'evento si terrà il prossimo mercoledì 30 ottobre.

Il periodico padernese "città2000" è in edicola con l'editoriale http://www.universovino.com/Joomla/Documenti/Stampa/citt%E0%202000/Citt%E02000%20Ottobre%202013.pdf ed un ampio articolo a pag.3 che vi renderemo disponibile entro il prossimo giro di rassegna stampa.

Si ricorda che la firma del decreto di VIA da parte del Ministero dell'ambiente ANCORA NON C'E', per cui ci aspettiamo che il Ministro ci stia guardando dentro per bene.

Buona lettura.
CCIRM 
_______________________________________________
Comitato dei Cittadini per l'Interramento della Rho-Monza

A presto Cara Terra Mia

sabato 26 ottobre 2013

Cara Terra Mia a Palazzolo Milanese





Cara Terra Mia sarà presente a Palazzolo Milanese per fornire tutte le indicazioni ai condomini che hanno ricevuto le proposte dal Comune.



Volantino (da distribuire rispettando il nuovo regolamento di polizia)  
Si può mettere nelle caselle postali, può essere preso dai condomini dalle mani di quelli del comitato Cara Terra Mia, si può inviare per posta raccomandata o a pacchi confezione condominio. Si può acquistare presso i centri commerciali. Se superiore al formato 30 per 45 si può volantinare, si  può farlo volare.  (misure e regole  non menzionate nel nuovo regolamento).




Politica locale: prossimi appuntamenti

SABATO 26 OTTOBRE

Riceviamo da Oscar Figus e volentieri pubblichiamo


Carissimi Democratici

Si svolgerà oggi pomeriggio presso l’Auditorium Tilane a partire dalle 14.30,  il
Congresso del PD
locale per l’elezione del:

•             Segretario Metropolitano Milanese
•             Assemblea Provinciale
•             Segretario del Circolo di Paderno Dugnano
•             Direttivo del Circolo di Paderno Dugnano

Potranno votare gli iscritti al circolo di Paderno Dugnano ma sarà possibile fare o rinnovare la tessera anche direttamente presso la sede del Congresso

Il programma sarà il seguente:

-  Intervento del Segretario del Circolo uscente
-  Presentazione delle candidature a Segretario e Direttivo di Circolo
-  Presentazione delle candidature a Segretario Metropolitano
-  Dibattito
-  Elezione del Coordinamento e del Segretario di Circolo e del Segretario Metropolitano
-  Spoglio, lettura dei risultati di entrambe le votazioni

Per la Federazione Metropolitana Milanese i candidati sono 4

•             Pietro Bussolati                                               http://pietrobussolati.wordpress.com/
•             Arianna Cavicchioli                                         http://www.ariannacavicchioli.it/
•             Arianna Censi                                                   http://ariannacensi.it/html/
•             David Gentili                                                     http://davidgentilids.blogspot.it/

Maggiori approfondimenti sul sito della Federazione Metropolitana Milanese

•             http://pdmilano.net/new/             (vedi Speciale Congresso)

Per il Circolo di Paderno Dugnano l’assemblea del Circolo ha chiesto al sottoscritto, segretario uscente, di rimanere fino alle elezioni amministrative della prossima primavera 2014.
Chi fosse interessato può trovare tutte le informazioni e i regolamenti sul nostro sito Internet


Vi aspetto

Oscar Figus
Coordinatore Cittadino
Partito Democratico
Paderno Dugnano



LUNEDI' 28 OTTOBRE



A presto Cara Terra Mia

mercoledì 23 ottobre 2013

La partecipazione secondo Cara Terra Mia

Venerdì 25  ottobre alle ore 21 
alla ex sala cinema  Splendor di Paderno Dugnano.

Il desiderio da parte dei cittadini di essere parte attiva della vita della propria comunità/società.
Esserci e agire, non solo nel momento della consultazione – come accade durante le elezioni ma anche nel quotidiano.

Rendere partecipi i cittadini, includerli nei processi decisionali, significa prima di tutto fornire un'informazione adeguata sui processi e sull'azione amministrativa, significa rendere l'amministrazione trasparente, accessibile e dialogante, capace cioè di comunicare e di ascoltare. Ma quanto, questo trova riscontro nella vita sociale e politica di Paderno Dugnano?
Il più delle volte per questa amministrazione  la partecipazione diventa un fastidio, ci avete votato e allora lasciateci fare.  Pensate al PGT  e di come volutamente non abbiano fatto informazione, il tutto presentato da cattivi venditori nelle riunioni di quartiere, dove i cittadini presenti in percentuale non raggiungevano il 5%. E ancora per quanto ci riguarda come Condomini 167, con una lettera si chiede di pagare una cifra esosa, senza allegare le stime sui calcoli e sui parametri utilizzati. 
Non c’è partecipazione se non c’è trasparenza, dialogo e accesso alle informazioni.  
E ancora la Rho Monza, nella forma più democratica  di partecipazione alla manifestazione a Paderno, il sindaco, il vice sindaco e gli assessori erano assenti.

Quindi Paderno Dugnano ha bisogno di un'amministrazione che ponga al centro dei propri impegni la partecipazione, prima ascoltare e poi dialogare.


Alcune proposte:
Il sito del Comune è unidirezionale. Manca uno spazio, forum o altro in cui chiunque possa porre dei quesiti o fare delle proposte. Assessori e uffici comunali sono obbligati a fornire delle risposte, con visibilità da parte di tutti.

Creando diverse mailing list (lista di indirizzi di posta elettronica) tematiche: i cittadini che si iscrivono riceveranno gli sviluppi degli argomenti a cui sono interessati. Lo facciamo noi di CARA TERRA MIA perché non lo deve fare il comune. Questo permette ai cittadini di essere informati sugli eventi senza dover andarsi a cercare i temi e gli argomenti, il più delle volte introvabili.

Promuovere corsi gratuiti finalizzati all'alfabetizzazione informatica dei cittadini in modo da renderli autonomi nel reperimento delle informazioni via web. (da fare nei quartieri gratuitamente).

Potenziando e migliorando l'Ufficio Relazioni con il Pubblico (URP) pubblicizzando problemi, quesiti e risposte. (se un cittadino segnala, un problema che riguarda la comunità tutti lo devono sapere).

Accompagnare alla distribuzione della calderina un opuscolo che riassuma i temi trattai nei forum e di interesse della comunità, da consegnare a chi non ha comunicato l’indirizzo di posta elettronica.
Dedicare spazio nell’opuscolo ad associazioni, volontariato, movimenti e comitati presenti a Paderno Dugnano (anche se indipendenti e non presenti a livello nazionale).
Fornire la copertura WI-MAX in tutta la città (copertura gratuita per tutti della connessione a internet), per rendere possibile ed estendere il più possibile il dialogo tra P.A. e Cittadini.
Mettere a punto strumenti di democrazia partecipata quali i referendum propositivi e le delibere di iniziativa popolare.
Con l'adozione del bilancio partecipativo, coinvolgere i cittadini attraverso informazioni rese e quesiti posti attraverso il sito del Comune oppure con assemblee ed incontri con i consiglieri.

Paderno e il suo territorio. I quartieri:

Pensiamo che le sedi di  quartiere debbano essere punto di incontro e di dialogo dei cittadini e quindi devono essere aperte a tutti. Alle realtà presenti, le associazioni, le categorie, il volontariato, i comitati ecc. Sportelli aperti anche a informazioni relative alla Pubblica Amministrazione, chiarimenti, approfondimenti su problemi locali. Possono e devono diventare i centri della cultura, dove si possano fare mostre d’arte, di fotografia, libri ecc.  Mercatini dell’usato con raccolta fondi per feste di condominio e di quartiere ecc. La pianificazione delle prenotazioni deve essere visibile a tutti e consultabile dal sito del comune. Di particolare importanza momenti centrali di incontro di tutti i quartieri. Ps. Tariffa prenotazione sala uguale per tutti _Serata 15 euro, 1 giorno 20 euro. (per copertura pulizia e corrente).

LA PARTECIPAZIONE COME RIVENDICAZIONE DEI DIRITTI DEI CITTADINI E DELLA COMUNITA'

Chi della partecipazione ne trae la propria esistenza sono a nostro avviso i comitati e le associazioni, i movimenti che rappresentano  il volontariato ecc. Sono realtà il più delle volte fortemente radicate e presenti nel territorio, perché sono rappresentate dai cittadini che ci vivono e sono portatori di bisogni reali.

martedì 22 ottobre 2013

E se imparassimo tutti a partecipare e a confrontarci un po di più.


Parliamone tutti insieme. 


Le amministrazioni pubbliche sono di fronte ad un bivio: o imparano a coinvolgere i portatori di interessi, oppure come accade sempre più spesso, si troveranno di fronte a situazioni di conflitto, inefficacia delle scelte, paralisi delle decisioni.
E questo è quello che succede a Paderno Dugnano.

Questo ed altro, Venerdì 25  ottobre alle ore 21 alla ex cinema  Splendor di Paderno Dugnano.

Vi aspettiamo, a presto Cara Terra Mia