sabato 28 febbraio 2015

NON BASTA UN ANNO PER CONCLUDERE I LAVORI DELLA RHO MONZA

UN'EXPO SENZA RHO MONZA





Sabato, 28 Febbraio 2015 a soli 61 giorni dall’apertura ufficiale dell’EXPO a Paderno Dugnano i cittadini presidiano i cantieri della Rho Monza, appuntamento alle ore 10,00 in Via San Michele proprio all’ingresso dei due cantieri , il primo verso Via Colzani e il secondo per capirci verso l’area Collinetta. 



Forte lo spiegamento delle forze dell’ordine Digos e carabinieri, assenti la Polizia Urbana e l’Amministrazione comunale. Una nutrita presenza di esponenti M5S consiglieri comunali, regionali e parlamentari, esponenti del PD e della lista civica Insieme per Cambiare, Gatti di Rifondazione, sperando di non aver dimenticato nessuno.




I cittadini circa 200 che rispondono all'invito del CIRM - Comitato Cittadini Interramento Rho-Monza , molte le facce note le ritroviamo nelle immagini presenti in rete che rappresentano le lotte del COMITATO.




La principale  preoccupazione riguarda le condizioni con cui sono gestiti i cantieri sia internamente di cui i cittadini non hanno accesso e sia le aree adiacenti i  cantieri, entrano ed escono camion e macchine di movimento terra proprio sulla curva creando problemi di traffico, tenendo presente che non vi sono addetti che controllano e coordinano il movimento dei mezzi. 




















Il mezzo esegue le manovre di entrata ed uscita dal cantiere proprio sulla curva invadendo l'altra corsia, in sostanza dovrebbe essere multato tutte  le volte che effettua questa manovra cioè sempre.

Internamente i problemi di sempre, addetti che operano in prossimità di mezzi in movimento senza casco e senza  le più basilari misure di sicurezza. 



Le risposte ce le diamo con l’arrivo del responsabile di cantiere o presunto tale, è una vecchia conoscenza, è quel signore che si voleva togliere i pantaloni per scherno nei confronti di un cittadino che lo riprendeva vicino ad una scavatrice ovviamene senza casco.
C’è la sensazione che non si riesca a fare molto, stà di fatto che è obbligo denunciare tali situazioni e fanno bene i cittadini responsabili a denunciare tali comportamenti.

Abbiamo provato a chiedere ad alcuni addetti se prevedevano di finire i lavori entro il mese di maggio, ci hanno guardato divertiti e ci hanno detto se avevamo gli occhi per darci una risposta.
La sensazione è che il disagio per i cittadini sarà lungo e in particolare per coloro che abitano vicino ai cantieri.



Verso le 11,00 senza nessun piano preordinato e con alla testa alcuni esponenti del M5S si entra nel cantiere, quello verso Via Colzani, abbiamo la possibilità di vedere più chiaramente lo stato dei lavori e di fare delle riprese.





Nella prossimità dei due palazzi di sono delle tubazioni, nuovi lavori per il gas, troppo troppo vicini alle abitazioni.












Al posto degli alberi una muraglia di cemento che si affianca ai due palazzi la cui sorte non è ancora chiara.


Quante altre corsie ci possono stare?  E la terra di riempimento da dove arriva, è perchè ce ne vuole veramente tanta.



Dall’altra parte abbiamo il fiume Seveso che ci divide dall’area collinetta le cui sponde risultano essere alterate  dai lavori. Emergono residui nel terreno di dubbia origine, pezzi di termosifoni e plastica.
 

E tutto questo non è che una parte degli interventi in corso  per la RHO MONZA a Paderno Dugnano.

N.b. Prossimamente le altre foto su FB di CARA TERRA MIA

A PRESTO CARA TERRA MIA

mercoledì 25 febbraio 2015

TTIP: iniziativa di giovedì 26 febbraio



Il circolo eco-culturale “La Meridiana” segnala l’iniziativa, che volentieri rilanciamo.
Giovedì 26 febbraio - ore 21
presso la sala del Quartiere Calderara
 Via Armstrong 9
Il neo costituito Comitato locale ha organizzato una serata formativa per capire e approfondire cos'è il TTIP, il "Partenariato Trans-Atlantico per il commercio e investimenti" in corso di negoziazione tra Stati Uniti e Unione Europea.
Condurrà l'incontro Francesco Lauria, della "Campagna Stop TTIP Italia".
L'obiettivo che ci si è posto è di organizzare una campagna di sensibilizzazione e conoscenza e la raccolta on line di 2.000.000 di firme di cittadini europei, entro autunno.
Diffondi l'iniziativa dei Cittadini Europei contro il TTIP:


A presto Cara Terra Mia

martedì 24 febbraio 2015

Due parole sulla commissione territorio di lunedì 23 febbraio

Tra i punti in trattazione della Commissione territorio, a seguito della richiesta del Movimento 5 Stelle, era previsto anche l’aggiornamento della situazione condomini ex lege 167.
Diciamo “era previsto”, in quanto, di fatto non se ne è parlato.
Nell’assenza dell’assessore delegato, Andrea Tonello, il Presidente della commissione Mosconi ha informato che l’assessore è molto impegnato con la questione Rho – Monza e quindi non ha ancora esaminato il tema 167.
Un nulla di fatto che non ci ha colto di sorpresa. Ricordiamo l’impegno assunto dall’Assessore Tonello sempre in commissione territorio, di riconvocare il comitato Cara Terra Mia entro la metà di novembre (del 2014) , a cui non ha fatto seguito alcun atto pratico.

I cittadini confermano la volontà di collaborare, partendo da valori “reali” degli immobili economici e popolari, per giungere ad una conclusione condivisa della trasformazione del diritto di superficie in diritto di proprietà, nel segno dell’equità e del principio agevolativo espresso, tra l’altro dalla Corte dei Conti.


Per gli altri argomenti trattati rimandiamo alla stampa locale presente ai lavori.


CCIRM: Comunicato stampa del 24 febbraio 2015





A presto Cara Terra Mia

domenica 22 febbraio 2015

Il Consiglio comunale del 7 aprile 2014: chi ha detto, o (peggio) fatto cosa - parte 3


Prendiamo il nome e cognome
di quella signora

Nel dare appuntamento lunedì 23 febbraio alle ore 18.20, alla commissione territorio dove, tra l’altro, si parlerà di “167”:



dobbiamo avere presente il punto da cui partiamo, la penosa votazione del consiglio comunale del 7 aprile 2014:







Dopo le prime due parti relative alla presentazione del Vicesindaco Bogani e alla successiva discussione, veniamo alla conclusione: la votazione.

Il verbale di deliberazione del Consiglio Comunale n. 24 del 29 settembre 2014 ha, tra l’altro, approvato la trascrizione della seduta:




Ma da qui poco si intuisce, se non la netta contrarietà dei cittadini intervenuti, che al momento della votazione, con tutti i consiglieri di opposizione, per protesta abbandonano l’aula consigliare. Meglio vedere e ascoltare direttamente l’accaduto:

video


Ed ecco chi ha abbandonato l’aula, e chi invece ha alzato la mano:



Lo abbiamo chiesto, senza ottenere adeguata risposta:
Se tra i 15 (quindici) Consiglieri votanti ci sia qualche soggetto in conflitto di interessi, che in barba al Regolamento del Consiglio comunale approvato con deliberazione di C.C n. 74 del 27/09/2001 modificato con deliberazioni di C.C. n. 85 del 29/09/2005, n. 63 del 11/09/2007, n. 13 del 31/03/2010 n. 60 del 18/11/2010, esecutivo dal 28/11/2010, abbia impropriamente alzato la mano invece di abbandonare l’aula.

Poniamo l’attenzione in particolare agli articoli:






Ricordando che la risicata maggioranza sarebbe venuta meno se solo un consigliere, nel rispetto del regolamento (e dei cittadini) avesse abbandonato la sala consiliare.

Voto in conflitto di interessi?
caccia all'intruso



giovedì 19 febbraio 2015

CCIRM - ANDIAMO AVANTI - Una storia di Resistenza Civile



Alla pagina: 


L’appello del CCIRM (e di tutti i cittadini padernesi che hanno a cuore il proprio territorio):

Non è facile sintetizzare in 5 minuti la storia del CCIRM e della lotta per l'interramento della Rho-Monza.
Questo video ci prova e vuole ricordare a chi la vicenda la conosce bene che la nostra opposizione continua ad oltranza e offrire, a coloro che invece la conoscono ancora poco, qualche elemento in più di valutazione.
È una storia di impegno civile e di partecipazione popolare, di amore per il proprio territorio e per la tutela della salute. Una lotta contro l'ottusità di tecnici e politici sordi al grido dei nostri diritti.
Battuti ma non DOMI!
Il TAR ha rigettato il nostro ricorso in modo approssimativo e superficiale. Ora quindi ci rivolgiamo al Consiglio di Stato e questo ha un costo. Facciamo appello a tutte le persone che danno valore alla difesa del territorio e al diritto alla salute.
RIVOLGIAMO A TUTTI, IN QUESTO MOMENTO DRAMMATICO, L’APPELLO A SOSTENERE ECONOMICAMENTE LA NOSTRA LOTTA.

Buon visione e ... non dimenticate di condividerlo!




A presto Cara Terra Mia

Trasformazione del diritto di superficie in diritto di proprietà: “CONVOCAZIONE COMMISSIONE TERRITORIO PER IL GIORNO LUNEDÌ 23 FEBRRAIO 2015 ALLE ORE 18.30”

Si ritorna a parlare nelle sedi istituzionali della questione 167.
E’ importante partecipare, non delegare ma essere protagonisti da cittadini consapevoli, nel processo per vedere riconosciuto un diritto fino ad oggi negato.
L’equa e corretta trasformazione del diritto di superficie in diritto di proprietà della prima casa economica e popolare dei condomini 167 di Paderno Dugnano.

Anche se le commissioni sono aperte al pubblico, l’accesso alla sede comunale non è mai agevole (anche questo è un problema che andrebbe affrontato). La partecipazione non è cosa semplice.

Raccomandiamo la puntualità, anzi diamo l’appuntamento con un piccolo anticipo, ci vediamo all’ingresso della casa comunale alle

ore 18.20





A presto Cara Terra Mia

martedì 17 febbraio 2015

Comitato Stop TTIP







Informiamo delle  riunioni previste  per la campagna Stop TTIP (il Partenariato Trans-Atlantico per il commercio e investimenti in corso di negoziazione tra Stati Uniti e Unione Europea).
L'obiettivo del negoziato per il TTIP è l'abbattimento delle barriere non tariffarie al commercio e agli investimenti tra USA e UE.


Al centro del negoziato sono infatti principalmente le barriere normative , cioè le legislazioni degli stati coinvolti nel negoziato e le normative che in Europa e negli Stati membri della UE tutelano (anche se purtroppo residualmente) ambiente, sicurezza alimentare, salute, beni comuni, produzione dell'energia, servizi pubblici, diritti del lavoro, diritti legati ai diritti d autore e alla privacy, che influiranno sulla vita di tutti i cittadini.




Giovedì 19 FEBBRAIO 2015 alle ore 21,00
presso la sede di Legambiente/Meridiana di Paderno Dugnano
in Via Italia 13, (sotterraneo Scuola Media Allende)

Riunione Comitato Paderno Dugnano
ODG
- Iniziative sul territorio
- Organizzazione raccolta firme
- Varie


Sabato 21 FEBBRAIO 2015 alle ore 15,00
presso la sede del Circolo Culturale F.lli Rosselli di Novate M.
in Via Bertola 3, 
Riunione sul TTIP


Giovedì 26 FEBBRAIO 2015 alle ore 21,00
presso la sala riunioni del Quartiere di Calderara 
in Via Armstrong 7, Paderno Dugnano (vicino Ufficio postale)

Serata di formazione sul TTIP
Condotta da FRANCESCO LAURIA

CAMPAGNA STOP TTIP ITALIA

a PRESTO CARA TERRA MIA


lunedì 16 febbraio 2015

La ricetta di Alparone per le tasse


Un articolo de “Il Notiziario” pone in evidenza che a Paderno Dugnano IMU e TASI, anche nell’anno 2015, come già nel 2014 non sono dovute.

perché l'Irpef resta ferma allo 0.8% ?

Posto che anche altre amministrazioni, come ad esempio il Comune di Cinisello Balsamo non hanno applicato la TASI nell’anno 20ì14, peraltro senza i voti favorevoli del centro destra, l’occhio cade su quella che all’apparenza sembra una notizia positiva:


l’Irpef resta ferma al ritocco dello scorso anno allo 0,8%”.

Il dubbio che già si paghi il massimo consentito è forte, ed in effetti i Comuni possono istituire un’addizionale all’I.R.P.E.F. (art. 1, del D. lgs. n. 360/1998), la cui misura non può eccedere complessivamente lo 0,8% (art. 1, comma 3, del D. lgs. 360/1998), salvo deroghe espressamente previste dalla legge (ad esempio: Roma Capitale a partire dall’anno 2011).

A Paderno Dugnano si paga
il massimo consentito dalla legge per l'addizionale comunale all'IRPEF


Ma vediamo come è cambiata l’aliquota a carico dei cittadini padernesi da quando l’attuale amministrazione Alparone – Bogani è alla guida della città.

Non si vorrebbe che, come nel caso della trasformazione del diritto di superficie in diritto di proprietà, ci si trovi di fronte ad aumenti, aumenti ed ancora aumenti.
dall'anno 2010 la tassazione è responsabilità delle giunte Alparone

La precedente amministrazione, per l’anno 2009, ha lasciato in eredità agli attuali amministratori l’aliquota della 0,4% (delibera n. 74 del 16 dicembre 2008), per poi aumentare progressivamente:


In soli due anni l’addizione comunale all’I.R.P.E.F. è raddoppiata, raggiungendo il massimo consentito dalla legge, e per fortuna che le norme non consentono ulteriori aumenti.
Nel caso della trasformazione del diritto di superficie in diritto di proprietà, vista la discrezionalità nel redigere le stime, si è potuto andare anche oltre.
La curiosità, allora, impone di vedere cosa succede nei comuni confinanti con Paderno Dugnano, o comunque vicini e, già che ci siamo nei comuni capoluogo di Milano e Monza.

Non sarà che per l’addizione comunale all’I.R.P.E.F. i cittadini padernesi siano i più tartassati?

Paderno Dugnano in testa alla classifica della tassazione Irpef

Amara scoperta, ebbene si. Su tredici comuni analizzati per l’anno 2014, Paderno è tristemente (per i cittadini) capofila nella tassazione.

Non solo la tassazione è la più alta (al massimo consentito), come peraltro previsto da altre amministrazioni, ma fatto quasi unico (unico per chi applica l’aliquota dello 0,8%) non è prevista alcuna soglia di esenzione, oltre a non prevedere alcuna progressività dell’imposta.

I Comuni di Novate Milanese, Limbiate e Monza prevedono aliquote inferiori. Ad esempio a Novate Milanese per lo scaglione di reddito fino a 15.000 euro l’aliquota prevista è dello 0,65% per poi crescere progressivamente fino allo 0,80% solo oltre i 75.000 euro. A Limbiate per lo scaglione di reddito fino a 15.000 euro l’aliquota prevista è dello 0,55% per poi, anche in questo caso, crescere progressivamente fino allo 0,80% solo oltre i 75.000 euro. Sulla stessa linea anche Monza per lo scaglione di reddito fino a 15.000 euro l’aliquota prevista è dello 0,60% per arrivare  all’aliquota dello 0,80%, ma solo oltre i 75.000 euro. Tutte queste amministrazioni, per i vari scaglioni di reddito, prevedono aliquote intermedie tra la minima e la massima.

La ricetta di Alparone per le tasse non è molto diversa della ricetta di Alparone per la trasformazione del diritto di superficie in diritto di proprietà

Una ricetta molto salata






Sinistra Ecologia Libertà di Paderno Dugnano scrive a sindaco, giunta, partiti e liste che compongono il C.C. cittadino in merito all'assemblea sui nuovi diritti





A presto Cara Terra Mia

domenica 15 febbraio 2015

MoVimento 5 Stelle: richiesta discussione prossima commissione territorio ed esposti situazione cantiere Rho - Monza


Riceviamo e volentieri pubblichiamo la richiesta effettuata dal MoVimento 5 Stelle, in merito ai temi che dovrebbe trattare la prossima Commissione territorio:


Egregio Presidente Mosconi

a nome del M5S di Paderno Dugnano sono a richiedere che i seguenti argomenti vengano inseriti all'OdG della prossima Commissione da lei presieduta.

-       riqualificazione e nuova destinazione della ex scuola dell'infanzia di via Tunisia al Villaggio Ambrosiano;
-       parcheggio interrato presso Piazza della Divina Commedia
-       aggiornamento situazione condomini ex legge 167

Emiliano Abbiati, che ringraziamo, commenta il nostro post:


in particolare dove scrivete:

"Le forze politiche se ne sono a conoscenza hanno l'obbligo di segnalare gli abusi e di rendere attivi i propri rappresentanti in comune, provincia, regione e in parlamento con la massima urgenza, nonchè i responsabili di EXPO"

A tal proposito allego i due esposti che come M5S locale e regionale abbiamo depositato e fatto inoltrare alle autorità competenti e che forse vi erano sfuggiti

Ci spiace essere accomunati ai partiti, specialmente quando questi ultimi dimostrano la loro sordità nei confronti delle sacrosante richieste dei cittadini e la loro connivenza con i poteri forti.


Cordiali saluti

Emiliano Abbati
Portavoce del M5S di Paderno Dugnano

Nel ricordare il post:



Pubblichiamo gli esposti presentati dal MoVimento 5 Stelle.
Parti in neretto oscurate da Cara Terra Mia

Parti in neretto oscurate da Cara Terra Mia




A presto Cara Terra Mia