domenica 26 aprile 2015

Resistenza a tutti i costi!!!!!!!!!

Dalla pagina:




Questa vecchia casa si trova nel bel mezzo di una strada in costruzione a Nanning, in Cina. Sovrastata dai palazzi, resiste alle ruspe: secondo quanto riportato da fonti locali il proprietario dell'abitazione - un piccolo rudere - non ha raggiunto l'accordo con le autorità per la demolizione (reuters).


A presto Cara Terra Mia

sabato 25 aprile 2015

venerdì 24 aprile 2015

25 aprile 2015: la manifestazione centrale per il 70° anniversario della Liberazione




il testo dell'appello del Comitato Permanente Antifascista contro il Terrorismo per la Difesa dell'ordine Repubblicano per la festa del 25 aprile.

Resistenza, pace, antifascismo, Costituzione

Sono passati settant'anni dalla fine della Seconda Guerra Mondiale e dalla Liberazione dal nazifascismo e mai come oggi la pace, bene prezioso donatoci dalla Resistenza italiana ed europea, è in serio pericolo. La guerra è – di per sé – il contrario dei diritti umani, perché ogni conflitto, necessariamente li calpesta, li mette in discussione e non di rado li annulla. Ma i diritti umani sono il fondamento della nostra esistenza e della nostra convivenza. 
Il nostro Paese è attraversato non solo da una gravissima crisi recessiva, ma da una caduta senza precedenti dell'etica pubblica, dal manifestarsi quasi quotidiano di gravissimi fenomeni di corruzione. La conseguenza inevitabile di questa deriva è costituita da una perdita di fiducia, che vogliamo non irreversibile, da parte dei cittadini nei confronti delle istituzioni e della politica. Il distacco sempre più preoccupante dei cittadini dalla “cosa pubblica” va superato con cambiamenti radicali di prassi, di costume, di modi di essere dei singoli, e con una politica dotata di progettualità che, richiamandosi ai valori della Resistenza, sia al servizio della collettività e del bene comune. Al lavoro, valore fondante della Repubblica, deve essere restituito il suo ruolo e la sua dignità, eliminando il contrasto stridente tra i principi costituzionali e la durissima realtà del nostro Paese. 
È indispensabile ribadire ancora una volta che i valori a cui ispirarsi sono solo e sempre quelli di una democrazia fondata sulla partecipazione, sulla divisione dei poteri, sul rispetto della persona umana, delle istituzioni, delle regole da parte di tutti. 
Non è più tollerabile che si ripetano, con sempre maggiore frequenza, nel nostro Paese e in particolare a Milano, città Medaglia d'Oro della Resistenza, manifestazioni di movimenti neofascisti, antisemiti e xenofobi in netto contrasto con i principi e con il carattere antifascista della Costituzione repubblicana. 
Dobbiamo dedicare quindi questa giornata di festa non solo al doloroso ricordo dei caduti, ma anche all'impegno di tutti coloro che credono nella democrazia a realizzare i sogni, le speranze, e le attese dei combattenti per la libertà e di coloro che costruirono – attraverso un appassionato dibattito – la nostra Costituzione. È questo il vero faro che deve guidarci soprattutto nei momenti difficili, quando un Paese smarrito cerca di ritrovare la sua strada, ma ha bisogno di riferimenti politici, sociali ed etici precisi per colmare le disuguaglianze, affermare libertà e giustizia, rinnovare il patto antifascista che fu alla base della Resistenza, armata e non armata.
Festeggiamo, dunque, un importante anniversario, ma impegniamoci a farlo con l'azione più forte, che è quella della partecipazione, per dare ai nostri giovani un futuro migliore.

Il Comitato Permanente Antifascista
contro il Terrorismo
per la Difesa dell'ordine Repubblicano

A presto Cara Terra Mia

Nutrire il pianeta con le mani.



La Masca società cooperativa agricola a r.l.



A presto CARA TERRA MIA

lunedì 20 aprile 2015

all'Expo sarà meglio arrivarci in metro

Un articolo de “IL SOLE 24 ORE” di oggi fa il punto della situazione viabilistica in direzione EXPO:



Non esente dall’analisi la Rho-Monza, “lungamente avversata dai comitati cittadini”.

 
il cantiere della Rho-Monza visto da Cara Terra Mia




A presto Cara Terra Mia

domenica 19 aprile 2015

Papa Francesco: l'Expo Milano sia anche l'occasione per riflettere sulle cause del degrado ambientale e cercare soluzioni per preservare la salute della Terra e di tutti i suoi abitanti.


Mancano pochi giorni all’apertura di Expo 2015 "Nutrire il pianeta energia per la vita", e Papa Francesco nel corso di un incontro con il presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha lanciato un appello ad affrontare quegli "squilibri e inquinamenti" che causano tanti disatri ambientali:


"Un altro ambito che richiede oggi particolare attenzione da parte di tutti è la cura dell’ambiente. Per cercare di alleviare i crescenti squilibri ed inquinamenti, che a volte provocano veri e propri disastri ambientali, occorre acquisire piena consapevolezza degli effetti dei nostri comportamenti sul creato, che sono strettamente connessi al modo con cui l’uomo considera e tratta sé stesso (Benedetto XVI, Lett. enc. Caritas in veritate, 51).

Tra pochi giorni si aprirà a Milano l’Esposizione Universale, che ha come tema: “Nutrire il pianeta. Energie per la vita”. L’evento dell’Expo sarà un’importante occasione in cui verranno presentate le più moderne tecnologie necessarie a garantire cibo sano, sicuro e sufficiente per tutti i popoli, nel rispetto dell’ambiente. Possa esso contribuire anche ad approfondire la riflessione sulle cause del degrado ambientale, in modo da fornire alle autorità competenti un quadro di conoscenze ed esperienze indispensabile per adottare decisioni efficaci e preservare la salute del pianeta che Dio ha affidato alla cura del genere umano".


Cartoline da Paderno Dugnano a pochi giorni (e a pochi chilometri) dall’apertura di Expo.



A presto Cara Terra Mia